Marzo 2010

Avete mai ascoltato il „ronzio“ delle laboriose api?

Forse non assomiglia proprio al ronzio delle api, ma la laboriosità del nostro personale ai piani, al servizio prima colazione, come pure in cucina, non è ASSOLUTAMENTE da meno.

Si pulisce, strofina, lava, lucida e tira a lustro tutte le nostre camere!
Anche il più piccolo granello di polvere viene eliminato – lasciando il posto a tende profumate, fruscianti lenzuoli, mobili lucidati e stanze da bagno splendenti!

In cucina verranno svuotati i nostri frigoriferi e, uno dopo l’altro, verranno puliti!
Bicchieri, stoviglie e posate verranno intensamente lucidate tanto da abbagliare!
I nostri manutentori salgono e scendono senza sosta da alte scale per smontare lavare e rimontare tutte le tende nei nostri corridoi! Di tanto in tanto, con la loro valigia degli arnesi, passeggiano da una stanza da bagno all’altra, smontano puliscono e rimontano tutti i sifoni e i ventilatori nei bagni,  ripassano con il silicone tutte le fughe nelle doccie e lavandini e tirano a lucido le 64 lampade dislocate in tutti i nostri corridoi. Ora sapete perchè le nostre colleghe e colleghi, durante queste settimane, riescono a dormire così profondamente …?

 

Svegliarsi - con la vostra melodia preferita!

Con chi vi svegliate volentieri la mattina: con Mozart, Vivaldi, i Beatles, oppure prefereite la musica dell'ultimo vincitore del premio Grammy?

Portatevi semplicemente i vostri CD preferiti!
In ogni camera abbiamo installato un nuovissimo apparecchio radio - dotato di sveglia e CD-Player!        

Naturalmente potrete far accompagnare il vostro sonno da dolci melodie.….
preferendo Schumann, Gershwin, oppure ….?



"Da non perdere!" - attuali manifestazioni culturali a Vienna a Marzo 2010

Siete interessati alla musica al teatro all’Opera, ai musei oppure alle mostre? Siamo a conoscenza di tutti gli appuntamenti culturali - e saremo lieti di darvi ancora qualche piccolo consiglio…

Indagine sull'“Allegoria della pittura” di Vermeer

Il Museo di Belle Arti nella sua prima grande mostra del 2010 pone al centro dell'attenzione l'“Allegoria della pittura” di Johannes Vermeer, sottoponendola a una minuziosa indagine storico-artistica.

"Allegoria della pittura" è il titolo del quadro più celebre e più grande del pittore barocco olandese Johannes Vermeer (battezzato nel 1632, sepolto nel 1675). È uno dei due dipinti allegorici che il pittore ha realizzato all'incirca fra il 1666 e il 1668. La particolarità di questo quadro sta nel fatto che esso non uscì mai dall'atelier finché fu in vita il pittore , in quanto veniva usato come pezzo da collezione da mostrare a potenziali clienti, e fino ad oggi è considerato il testamento artistico in pittura di Vermeer.

Nella mostra "Allegoria della pittura di Vermeer. Indagine su un capolavoro" il Museo di Belle Arti analizza l'iconografia del quadro sulla scorta di requisiti corrispondenti a quelli presenti nel dipinto. Tra le altre cose si può vedere l'originale della carta geografica delle 17 province di Claes Jansz riprodotta nel dipinto. Un altro aspetto trattato è il modo di lavorare di Vermeer e lo stato di conservazione del dipinto. Inoltre il Museo di Belle Arti presenta dipinti, sculture e spezzoni di film di artisti contemporanei che s’ispirano all'"Allegoria della pittura" di Vermeer.

Dal 26 gennaio al 25 aprile 2010
Museo di Belle Arti

www.khm.at

La mostra di auto di Andy Warhol

La mostra “Andy Warhol. Cars” allestita all'Albertina presenta lavori degli artisti Andy Warhol, Robert Longo, Sylvie Fleury e Vincent Szarek che fanno parte della collezione d'arte Daimler.

La Pop Art incontra l'automobile: l'elemento catalizzatore della mostra è il ciclo pittorico CARS di Andy Warhol (1928-1987) comprendente 35 serigrafie. Negli anni 1986/87 il rappresentante più significativo della Pop Art americana documentò la storia dell'automobile sulla base di otto modelli selezionati Mercedes Benz. A distanza di circa 20 anni questo ciclo pittorico realizzato su commissione si può di nuovo ammirare per la prima volta nella sua interezza.

Un'altra parte della mostra è dedicata all'artista oggettuale e performer Sylvie Fleury, di origine svizzera, che nel 2005 ha realizzato sei video per il Centro Mercedes Benz di Parigi. I video fondono il mito delle gloriose automobili Mercedes Benz con idee dell'arte e della moda contemporanee.

Inoltre si può vedere una sequenza di cinque "ritratti" automobilistici in bianco e nero dell'artista newyorkese Robert Longo e un'analisi della storia del design automobilistico sull'esempio della SLR di Vincent Szarek.

Dal 22 gennaio al 16 maggio 2010
Albertina

www.albertina.at

"Non ero ancora mai stato a New York"

Il fortunato musical "Ich war noch niemals in New York" con 20 canzoni di Udo Jürgens farà il suo debutto il 17 marzo 2010 al Raimund Theater di Vienna.

Dopo aver conquistato più di un milione di spettatori ad Amburgo, il musical arriva finalmente a Vienna: un must per gli appassionati di musical e per i fan del grande musicista, compositore e interprete. Famose canzoni di Udo Jürgens come "Aber bitte mit Sahne", "Mit 66 Jahren", "Vielen Dank für die Blumen" e "Ich war noch niemals in New York" imprimono il loro swing elettrizzante ad uno show di prim'ordine. Ecco come commenta lo spettacolo il compositore, musicista e interprete:

"Per me si è avverato un sogno: le mie canzoni si possono ascoltare in un'opera di teatro musicale."

Il copione è stato scritto dal famoso autore Gabriel Barylli ("Butterbrot"). Si narra di un'anziana signora piena di gioia di vivere che, trascurata dalla figlia interessata soprattutto alla propria carriera, parte per New York con il suo nuovo amore per sposarsi sotto la statua della Libertà. Sulla nave da crociera i "fuggitivi" incontrano una sequela di parenti che li vuole far desistere dal loro proposito. La turbolenta storia con scambi di persone e riconoscimenti prende il suo corso...

dal 17 marzo al 5 luglio e dal settembre 2010
Raimund Theater

www.musicalvienna.at

Il cibo nelle nature morte

Da febbraio a maggio il Bank Austria Kunstforum si occupa di un tema culinario: la mostra “Augenschmaus” (Delizia per gli occhi) illustra la storia e l'importanza del cibo nelle nature morte.

Cercando di analizzare in che misura la natura morta sia imitazione della natura, interpretazione simbolica o costruzione della realtà. Si possono ammirare circa 100 opere comprese nell'arco di cinque secoli. I pezzi più antichi tra quelli esposti sono le opere del pittore fiammingo Pieter Aertsen (Pietro il Lungo), risalenti al XVI sec., che ritraggono scene di cucina o di mercato .

La mostra spazia fino al XX secolo e presenta dipinti di Jean Simé on Chardin, Francisco de Goya, Paul Cé zanne, Giuseppe Arcimboldo, Pablo Picasso e Andy Warhol. Sono esposte anche opere di artisti contemporanei, tra cui Maria Lassnig e Zoe Leonard. Una sezione della mostra è dedicata in particolare alla "Eat Art" (arte del cibo).

10 febbraio - 30 maggio 2010
Bank Austria Kunstforum

www.bankaustria-kunstforum.at

DE IT FR EN RU RU
Vantaggiper prenotazioni on-line


  • GARANZIA MIGLIORE TARIFFA
  • BONUS PRENOTAZIONI ANTICIPATE oppure
  • 48-ore BIGLIETTO CUMULATIVO per i trasporti pubblici oppure
  • 50 % RIDUZIONE sulla tariffa del parcheggio

leggete i dettagli

Prenota Online
Best price guaranteed
Contatto

HOTEL AUSTRIA - WIEN
Am Fleischmarkt 20
A - 1010 Wien
Tel.: +43 1 515 23
Fax: +43 1 515 23 506
office@hotelaustria-wien.at

Hotel Austria

Il nostro prospetto da sfogliare e scaricare.